user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 22 gennaio 2023 

Monte Rusta 

Dislivello:

400mt. - Durata : 3 ore (+ soste) - Lunghezza: 7 km.  

Ritrovo :

Parcheggio sulla strada da Fontanafredda e Faedo ore 9.00 - Partenza escursione ore 9.30 

Referente:

Diego Lanaro (cel. 346.7628238) 

Quota massima (Monte Rusta): 390 m
Seconda cima (Monte Gemola): 262 m

Ritrovo diretto al piccolo parcheggio che si trova lungo la strada che da Fontanafredda (Cinto Euganeo) porta a Faedo, bivio tra via Cavour e via Pestrini, invierò tramite Gruppo WhatsApp le coordinate della posizione esatta.

Per chi arriva da Belvedere consiglio l’autostrada Valdastico Sud con ingresso a Vicenza Nord e uscita al casello di Agugliaro, a seguire Vo Vecchio, Lozzo Atestino, Cinto Euganeo, Fontanafredda tempo di percorrenza da Belvedere al parcheggio di ritrovo circa 55 min. (63 Km)

La partenza del sentiero è proprio vicino alle macchine, si attraversa la strada e si comincia subito su un sentiero di campagna in mezzo alle vigne.
Percorreremo in parte l’alta via n° 1 dei Colli Euganei.

Dopo un po’ (bivio senza indicazioni) sulla sinistra parte una mulattiera che mira al monte Rusta che percorreremo nella sua interezza.
Subito dopo troviamo le tracce di una vecchia cava abbandonata, seguiamo sempre la mulattiera principale del Rusta, in leggera salita e con numerosi tornanti, tralasciando tutte le diramazioni.
Notiamo, tra gli ultimi tornanti prima di giungere in cima, sulla destra la mulattiera che dirama dal tornante e che percorreremo in discesa.

La particolarità del monte Rusta è che uno dei pochi colli Euganei perfettamente conico da tutti i lati e questo è dovuto alla lava molto fluida che l’ha formato qualche milione di anni fa.

La passeggiata è sempre molto tranquilla e facile, il sentiero anche se sottobosco è sempre molto asciutto anche se rimane sul versante Nord e così giungiamo sulla cima del monte Rusta in circa un’ora e mezza di cammino.
Nella boscosa cima un moderno monumento in forte degrado e i resti di antichissime costruzioni, pietre sparse forse del castello medioevale del Rusta edificato su probabili costruzioni ancora più antiche, distrutto in epoca veneziana.

Ritornati indietro di alcuni tornanti prendiamo la sassosa mulattiera verso Ovest che scende sulla strada bianca che sale al monte Fasolo.
Si gira a destra, le si percorre fino alla strada asfaltata e si devia per entrare nel parco di villa Beatrice D’Este che la si raggiunge dopo qualche centinaio di metri.
All’interno della villa è aperto e visitabile il museo della flora e della fauna dei colli Euganei nonché quello micologico.
Il biglietto di ingresso costa 3,00 €, c’è anche un bar (purtroppo chiuso nel periodo invernale).
Visitata la splendida villa Beatrice d’Este e l’ampio parco con brolo in straordinaria posizione panoramica, scendiamo al cancello d’ingresso dove seguiamo il sentiero segnalato (altavia n° 1) che scende rapidamente nel bosco costeggiando l’antico muro del brolo della villa per raggiungere una stradina sterrata che successivamente ci fa giungere alla chiesetta di Santa Lucia e sempre seguendo le indicazioni (altavia n°1) in 20 min. circa alle macchine.

In tutto circa tre ore di camminata tranquilla più l’eventuale visita a Villa Beatrice d’Este.

Per quanto riguarda il pranzo non essendoci un posto dedicato allo scopo ma solo alcuni tavoli al parcheggio di villa Beatrice d’Este, ognuno può fare come crede.

Ci sarebbe anche la possibilità di pranzare in trattoria all’osteria al Cantinon di Valnogaredo (1 Km dalle macchine che può essere percorso anche a piedi lasciando le macchine sul posto), ma in questo caso c’è bisogno delle adesioni certe per prenotare il tavolo.
Il menù è alla carta con specialità tipiche dei colli, pasta fatta in casa (Bigoli e Fettuccine con vari tipi di ragù e funghi), Grigliate ecc.

Il prezzo pagato durante l’escursione di prova per 2 mezzi primi, due secondi, contorni di stagione a volontà, pane fatto in casa con o senza noci, vino acqua e sorbetto, caffè è stato di 28,00 € a testa.
A mio parere molto valido per come siamo stati trattati e per la bontà dei piatti.
Essendo per loro una bassa stagione ho la possibilità di prenotare fino ad una settimana prima e quindi aspetto le vostre adesioni per quantificare il numero e comunicarlo al gestore.

 

Album 2022-23

Album 2021-22

Album 2020-21

Album 2019-20

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok