user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 11 settembre 2022 

larcher 

Dislivello:

800 mt. - Durata ore 5,45 ca.+soste - Lunghezza km. 12 ca. 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 6.10 - Partenza ore 6.15 

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 6.30

Trento - Distributore ENI - Uscita 8 (ca. 1 km. dopo la galleria lunga che arriva a Trento dalla Valsugana in direzione Interporto - A22 - Val di Non - Val di Sole) ore 7.30 

Per chi sale il giorno prima concordiamo telefonicamente il luogo di ritrovo

Referenti:

Renzo Buglioli (cel. 347.3115143) e Michela Siviero (cel. 348.3381921) 


Dal ritrovo di Trento si procede ancora per ca. un’ora in direzione Val di Non – Val di Sole fino ad arrivare al paese di Cogolo e da qui un’altra mezz’ora ca. per arrivare al parcheggio di Malga Mare (1950 m slm) - il parcheggio è a pagamento € 5,00 a macchina - dove inizia l’escursione.
Poco sopra il parcheggio imbocchiamo il sentiero che si inerpica per circa 1 ora e 45 min. (questo è il tratto di salita più impegnativo dell’escursione) per raggiungere il Lago Cereser a quota 2603 m slm. Questo lago è una diga che porta l’acqua, tramite una condotta forzata, alla centrale idroelettrica sottostante nei pressi del parcheggio.
Dal Lago Careser, camminando sopra il muro di contenimento della diga, si imbocca un sentiero pressoché pianeggiante che porta, dopo 15 minuti al Lago Nero (2623 m slm) e da qui continuando per lo stesso sentiero si passa sopra il Lago Lungo per poi arrivare dopo circa un’ora e mezza di cammino al Lago delle Marmotte a quota 2705 m slm. Qua si può decidere se fermarsi nei pressi del Lago delle Marmotte a pranzare oppure continuare per circa mezz’ora ed arrivare al Rifugio Larcher (2608 m slm) per chi vuole mangiare al rifugio (eventuale prenotazione in autonomia).
Dal Rifugio Larcher inizia il sentiero di rientro lungo la Val Venezia che dopo circa 1 ora e 45 min. ci riporta al parcheggio.
Tutta l’escursione si svolge all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio e durante tutto il percorso, oltrepassato il bosco, si ha una visione spettacolare dei ghiacciai del Monte Vioz e del Cevedale oltre che di tutte le cime, ben oltre i tre mila metri, che circondano la vallata. Se siamo fortunati e procediamo abbastanza silenziosi si possono incontrare le marmotte ed i camosci.
Buona escursione a tutti i partecipanti.

 

Album 2021-22

Album 2020-21

Album 2019-20

Album 2018-19

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok