user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 26 giugno 2022 

lago dezze 

Dislivello:

760 mt.

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.30 - Partenza ore 7.40

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 8.00 

Referente:

Domenico Gasparotto (cel. 347.2788258) 

La partenza si trova circa 10 Km. sopra Torcegno, alla fine di una stradina asfaltata, stretta e tortuosa, che sale verso Malga Sette Selle. Si lasciano le macchine in un parcheggio erboso (in località “Busa delle Mee”), alla fine della strada asfaltata, a quota 1725 m. Si comincia a camminare lungo una stradina sterrata che sale con vari tornanti, abbastanza ripidi, verso i pascoli montani; la pendenza poi diminuisce e dinanzi a noi si apre un bel panorama e in lontananza vediamo Malga Sette Selle e alcuni corsi d’acqua. La malga si trova a 1900 m., la superiamo e proseguiamo ancora per un breve tratto su strada sterrata, fino ai 1950 m., poi si prende a sinistra il sentiero che, con discreta salita, porta alla forcella Mendana (2025m). Siamo in una zona aperta e selvaggia e da qui, dopo una breve discesa, arriviamo in una piacevole conca prativa dove l'acqua la fa da padrona e il sentiero diventa però incerto. Facciamo un guado e risaliamo brevemente sul versante opposto per poi raggiungere Malga d'Ezze, tornando a quota 1950 m.. Da qui prendiamo il sentiero SAT 315 in direzione Forcella d’Ezze, lungo un percorso con piacevoli saliscendi, fino ad arrivare sotto una scoscesa parete erbosa; qui dobbiamo affrontare il tratto più impegnativo di questa escursione. Il sentiero che porta a forcella d’Ezze sale ripidamente il pendio della montagna per circa 200 m.; salendo ci fermeremo ogni tanto per riprendere fiato e potremo ammirare sotto di noi il lago d’Ezze che si farà sempre più distante ad ogni passo.
Forcella d’Ezze 2270 m. si trova tra Cima d’Ezze e Cima Sette Selle, ed è il punto più alto del percorso, dove ci fermeremo per il meritato pranzo al sacco. Presso la forcella si possono osservare numerose tracce degli accampamenti austriaci della Grande Guerra e da qui, poi, si cambia anche prospettiva e paesaggio, ammirando la conca dove è posto il Rifugio Sette Selle e la Val dei Mochèni.
Nel percorso di ritorno si scenderà brevemente fino ad incrociare il sentiero n. 343, che sale dal Rifugio Sette Selle, e poi si costeggerrà, con un po’ di attenzione e con vari saliscendi, il roccioso versante ovest di ben tre cime in successione (Sette Selle, Sasso Rotto e Sasso Rosso). Si arriva fino a quota 2266 m., all’incrocio con il sentiero (n. 312) che porta a Forcella Sasso Rosso; noi però proseguiamo in discesa fino a Forcella delle Cunelle (2198 m.). Qui si cambia nuovamente prospettiva e ci inoltreremo, lungo il sentiero SAT 311, in Val di Cunella, caratterizzata da prati e torbiere. Passeremo vicino ai ruderi di Malga Cunella (1993 m.) e poi sbucheremo nella stradina che, al mattino, ci aveva portato verso Malga Sette Selle (1838 m.). Da qui, rifacendo i tornanti in discesa, ritorneremo al parcheggio e alle macchine.

 

Album 2021-22

Album 2020-21

Album 2019-20

Album 2018-19

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok