user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 18 luglio 2021 

Croz di Primalunetta 

Dislivello:

900 mt. circa 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.30 - Partenza ore 7.40 

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 8.00

Referente:

Domenico Gasparotto (cel. 347.2788258)  

Si arriva in macchina al parcheggio di Tedon in Val Campelle (ore 9 e 10 circa) e si lasciano parte delle macchine perché la località di partenza ha pochi parcheggi. Con le auto rimaste (ben riempite), partendo dal ponte delle Rudole, si percorrerà la strada asfaltata che sale a Malga Cenon di sopra (aperta al transito tutte le domeniche dal 1° giugno al 31 ottobre). Si lasceranno le macchine nei pressi della malga (magari qualcuno se vuole può comprare il formaggio) perché dal tornante poco sotto comincerà il percorso (m. 1500 circa). Si prenderà infatti la carrareccia che a sinistra sale (sentiero L33) verso la vecchia cava; poi la carrareccia diventerà un sentiero che con qualche saliscendi, attraverso il bosco, arriverà ai pascoli erbosi attraversati dal rio Caldenave, dove si trova l’omonimo rifugio. Questo è un luogo molto piacevole e se qualcuno non vuole fare tutto il percorso potrà rimanere qui e svagarsi in tutta tranquillità, godendo delle bellezze naturalistiche e poi ritornare per la stessa strada alle macchine; oppure scendere per il sentiero che costeggia il torrente che arriva vicino al parcheggio Tedon (dove arriveremo a fine gita) e al rifugio Carlentini. Il gruppo, invece, proseguirà oltre il rifugio, sul sentiero che poco più avanti sale sulla destra percorrendo il sentiero 332 che porta verso forcella Ravetta. Arriviamo poi in una bella conca dove ci sono ancora lingue di neve che scendono dalle cime e dove si cominciano a vedere versanti fioriti di rododendri. Qui abbandoniamo il sentiero 333 e saliamo sulla destra verso Forcella Taverade e poi verso la vicina Forcella di Cadenave (m. 2200). Da qui si gode la vista di tutte le cime che circondano ad anfiteatro la Valle Cadenave. Cambiamo versante e, costeggiando i contrafforti del Croz di Primalunetta, ci portiamo sotto un ripido vallone, dove un sentiero sale zigzagando verso la cima. Il Croz di Primalunetta (m. 2304 – circa 3,5 ore di cammino) è il punto più alto del percorso; da qui si gode una splendida vista a 360 gradi, con tutte le vette dei Lagorai e anche oltre. Ci sono anche notevoli resti della Prima Guerra Mondiale, in parte recuperati, e un bivacco nei cui pressi potremo consumare il meritato pasto. Prenderemo poi la via del ritorno camminando lungo la dorsale e portandoci verso una seconda cima (M. Cenon) poco più bassa; da qui cominceremo a scendere più decisamente lungo la dorsale fino ai primi alberi. Da qui comincia una discesa decisamente ripida in mezzo all’erba e ai rododendri, fino ad arrivare a quota 2000, dove abbandoniamo la dorsale sulla sinistra e ci inoltriamo nel bosco su un comodo sentiero. Poco più avanti cominciamo a scendere zigzagando, perdendo di quota, e poi svoltiamo verso destra fino a raggiungere la strada forestale che sale da Malga Cenon di sopra. Questa strada (parte asfaltata e parte cementata) ci porterà alle macchine e alla fine del percorso 

 

 
 

Album 2020-21

Album 2019-20

Album 2018-19

Album 2017-18

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok