user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 10 gennaio 2021 - Escursione rinviata a data da destinarsi causa Emergenza COVID (impossibilità di uscire dal proprio comune) 

zovencedo 

Dislivello:

500 mt. - Durata: 4 ore + soste - Lunghezza: 9 km. 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 8.20 - Partenza ore 8.30 (colazionati)  

Referente:

Claudio Ceccato (cel. 329.4156925)

 
 
Ritrovo a Zovencedo al parcheggio sul retro del campanile della chiesa parrocchiale (il paese è raggiungibile da Vicenza, Tormeno, Villa di Fimon - ultimo tratto su stradina stretta.... oppure da Brendola, Vo' di Brendola). E' presente un ristorante, a pochi metri, L'Infinito, che funziona come bar.
 
Partenza escursione ore 10.00.
 
Siamo nel cuore dei Berici a circa 300 metri di altitudine tra i borghi più antichi dei colli. Zovencedo è un paese di origine medievale tra veri e propri monti, valli, masiere, covoli, fontane lavatoi e ricchi boschi di carpini, roveri, castagni. Nel capoluogo c’è anche un antico castello medievale vescovile, poi dei conti Maltraversi e infine degli Ezzelini.

L’escursione parte dalla chiesa del paese e scende verso la Valle del Calto con deviazione e sosta alla località della Sengia dei Meoni dove si potrà ammirare una bellissima casa rupestre e i suoi annessi; a fianco alla casa, abitata fino al 1959, è presente la Cava di pietra tenera dei Berici a testimonianza dell’importante lavoro di queste zone (interessanti pannelli descrittivi aiutano a comprendere l' attività estrattiva svolta negli anni); in alcuni punti dei sentieri ci sono ancora i solchi lasciati dai carri che trasportavano i grandi blocchi di pietra.
Durante l’escursione, tra le varie contrade e corti, si trovano interessanti fontane e lavatoi ad uso della popolazione esistente.
Poco prima di arrivare al bel borgo di Calto si sale a destra su un sentiero per andare a scoprire il Covoleto de Nadal, o Covolo dell’uomo di Neandertal, zona archeologica.
Il borgo di Calto, già testimoniato nel 1400, ai piedi della valle è ben conservato; aveva un suo mulino, il falegname, il forno, l’osteria, la scuola e la bottega di alimentari.
Si risale di seguito la Valle del Calto per attraversare la Valle del Gazzo, una delle più lunghe e integre dei Berici, dove sono presenti due importanti Priare (Cave) - vedremo con i tempi di marcia se andare a visitare quella aperta.
Si rientra a Zovencedo lunga un comodo sentiero completando un percorso ad anello con vari saliscendi - rientrati in paese è possibile andare a vedere il castello poco distante.

Il rientro alle auto è previsto per ore 15.00 circa.

--------------------------------------

E' necessario un abbigliamento tecnico adeguato alla stagione e scarponi da trekking - i sentieri sono piuttosto sassosi e potrebbero essere scivolosi se umido.
Al momento non è possibile prevedere una sosta pranzo in locale - aggiornamenti in seguito.

 

Album 2020-21

Album 2019-20

Album 2018-19

Album 2017-18

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok