user_mobilelogo
No result...

 

Data:

Domenica 13 dicembre 2020 

Santuario Vittore e Corona

Dislivello:

550 mt. - Durata 4 ore (+ soste)

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 8.20 (già colazionati) - partenza ore 8.30

Anzù - Parcheggio campo sportivo, Via SS. Vittore e Corona 13 (pressi Trattoria Locanda del Re) ore 9.30 - partenza escursione ore 9.45 

Referente:

Eva Nardulli (cel. 338.4831894) 

 

Premessa: l'escursione è da considerarsi attività sportiva e quindi è obbligo per tutti i partecipanti rispettare tutte le norme anti Covid esistenti e richiamate sul sito. Eventuali altre informazioni potranno essere richieste alla referente al tel. 3384831894 in ore serali.

In caso di diverse disposizioni regionali o nazionali per limitazione di spostamenti o attività si provvederà ad aggiornare la pagina per eventulai modifiche e quindi si chiede di tenersi aggiornati in tal senso.

--------------------------

La frazione di Anzù (235 m), da dove si parte per l'escursione ad anello, si trova ai piedi del Monte Miesna, altura isolata dietro il Monte Tomatico e a sud di Feltre.
La camminata comincia con la salita sulla scalinata, su cui si trovano alcuni capitelli, che porta in circa 15 minuti al bellissimo Santuario dei Santi Vittore e Corona, martiri cristiani dell'epoca romana; si tratta di uno dei piu' antichi monumenti dell'area Feltrina costruito fra il 1096 e il 1101.
Si consiglia di prendere visione delle interessanti notizie storiche ed artistiche sul sito del santuario http://www.santivittoreecorona.it/storia.html oppure https://www.infodolomiti.it/nqcontent.cfm?a_id=7161
Dopo la doverosa visita al chiostro e alla chiesa, entrambi ricchi di affreschi e di elementi architettonici di inaspettata bellezza e valore, al lato della chiesa si intraprende il percorso naturalistico che ci porterà in costa alla rupe e poi in cima al Monte Miesna (750 m circa). Panorami spettacolari sul Piave e sulla conca feltrina si aprono lungo il percorso; si transita vicino ad alcune casere (bivacco Casera dell'Amicizia e del Cavalin) transitando su facili strade forestali, anche se a tratti molto sassose. Una volta giunti nei pressi della sommità del Monte si comincia a scendere dal lato opposto, vista Piave, fino a lambire l'abitato di Celarda, per poi rientrare ad Anzù attraverso i prati di ex cave - zona dei Colesei.
Lungo il percorso purtroppo ci sono ancora i segni della tempesta VAIA e quindi ci saranno piccole deviazioni per evitare i numerosi alberi caduti.
E' necessario un abbigliamento tecnico adeguato alla stagione e scarponi da trekking.
Lungo il percorso faremo brevi soste per spuntini veloci non essendo previsto una zona di sosta pranzo anche per evitare assembramenti.
-------------------------
N.B.: presso il santuario è disponibile un bagno
Il rientro alle auto è previsto per le ore 15.00 circa.

Album 2020-21

Album 2019-20

Album 2018-19

Album 2017-18

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok