default_mobilelogo

Annunci

  • Escursione di S. Stefano a Enego

    Sono aperte le iscrizioni (preferibilmente con caparra 10 euro) all'escursione a Enego del 26/12 S. Stefano. Contattare il capogita Luciano (cel. 338.7689438). Abbiamo posti limitati e dobbiamo confermare il numero al Ristorante. 

No result...

 

Data:

Domenica 10 settembre 2017 -- Escursione rinviata a Domenica 17 settembre 2017 a causa delle pessime previsioni atmosferiche (probabilità precipitazioni 100%). Invariato il resto.

Cima Manderiolo 

Dislivello:

900 mt. - Durata 5 ore e mezza  

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.20 - Partenza ore 7.30

Parcheggio Chiesa fraz. San Michele di Bassano ore 7.50                                                                                                        

Capogita:

Domenico Gasparotto (cel. 347.2788258)  

Sosta colazione: loc. Turcio? - Asiago?
Partenza escursione: albergo Passo Vezzena ore 9.20

Arriviamo a Passo Vezzena (m. 1400) e parcheggiamo nel piazzale antistante l’albergo-ristorante.
Si parte da qui e si segue la strada asfaltata, chiusa al traffico, verso il forte Busa Verle, che lasciamo sulla destra. Passato il forte la strada continua in leggera discesa, fino a un curvone, dove la abbandoniamo per prendere il sentiero 205 che sale verso la cima. Il sentiero è un po’ ripido, ma ci dona begli squarci panoramici. L’ultimo pezzo costeggia il costone roccioso e segue la vecchia stradina militare austriaca.
Raggiungiamo Cima Vezzena, meglio conosciuta come Pizzo di Levico, m. 1908 (ore 1.45). Una breve sosta per ammirare il panorama e il vecchio forte diroccato, tagliato e incastrato nella roccia, e riprendiamo il percorso in discesa (sempre segnavia 205) sull’altro versante del monte, verso Cima Manderiolo. Seguiamo il sentiero, tra mughi e vegetazione bassa, lungo la dorsale e raggiungiamo la Bocca di Forno (m. 1788): uno strapiombo roccioso che scende fino a Barco di Levico. Riprendiamo a salire, sempre lungo il bordo del costone, avendo la catena dei Lagorai di fronte, ed eccoci alla croce sulla Cima Manderiolo (m 2049 - ore 3.30). Qui ci fermiamo per il meritato pranzo al sacco e per rilassarci un po’ prima del rientro.
Il rientro avverrà ripercorrendo il sentiero a ritroso fino a Bocca di Forno; qui lo abbandoneremo per abbassarci, attraverso tracce, verso Malga Marcai (m. 1657). Da qui, poco più avanti, intercetteremo la stradina asfaltata che arriva dai Larici e Porta Manazzo, che seguiremo nel suo percorso sotto gli alberi, fino al punto dove la mattina l’avevamo lasciata per salire al Pizzo di Levico. L’ultimo tratto di strada, infine, ripercorre il tragitto fatto al mattino, fino ad arrivare alle macchine.

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok