default_mobilelogo

Annunci

  • Escursione di S. Stefano a Enego

    Sono aperte le iscrizioni (preferibilmente con caparra 10 euro) all'escursione a Enego del 26/12 S. Stefano. Contattare il capogita Luciano (cel. 338.7689438). Abbiamo posti limitati e dobbiamo confermare il numero al Ristorante. 

No result...

Data:

Domenica 27 agosto 2017 

Herta Miller Haus 

Dislivello:

550 mt. - Durata 5 ore + soste  

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.20 - Partenza ore 7.30

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 7.45                                                                                                        

Capogita:

Luciano Magrin (cel. 338.7689438)  

Inizio escursione ore 9.30.

La cresta rocciosa che si stacca dalla Catena principale all’altezza del Montalon è rimasta per tanto tempo uno dei luoghi più abbandonati dei Lagorai. Nessun sentiero segnato né riparo garantivano la sicurezza di un’escursione, eppure era – ed è – uno degli angoli più belli dell’intera catena. Qualche anno fa il Comune di Telve ha ripristinato il sito di un ospedaletto da campo della 1° guerra mondiale da sempre abbandonato e poi il CAI ha tracciato un sentiero di collegamento (sv. 398) che attraversa interamente la zona. Ed ora eccoci qua a scoprire la bellezza di questa zona.

La nostra escursione parte dal P.so Manghen a quota 2.047 mt. prendendo a est il sent. sv. 322 che sale con moderata pendenza verso la Forc. del Frate (m. 2.228) che si raggiunge in circa 35 minuti. Si prosegue poi in cengia con minimi saliscendi passando per la Forc. Ziolera (50 minuti – poco prima della stessa un divertente passaggetto attrezzato con corrimano) fino a raggiungere un bivio a quota 2.278 (altri 25 minuti) dove si prende a destra per il sent. sv. 398. Trattasi di un ardito e talvolta stretto sentiero di guerra (scavato a picco e badile sulle pendici del M. Valpiana dagli austriaci cent’anni fa durante la Grande Guerra) da percorrere con attenzione sia per la delicatezza del percorso, sia per ammirare gli scorci che si aprono soprattutto nei cambi di versante. Pur passando, con una breve deviazione finale su tracce non segnate, sulla cima del M. Valpiana (m. 2.368) per meglio ammirare i monti circostanti, in circa 50 minuti si raggiunge la nostra meta: il citato sito dell’ospedaletto militare denominato “Herta Miller Haus”, in memoria della crocerossina che tanta opera prestò in quei tragici momenti di cent’anni fa, e lì consumeremo il nostro pranzo al sacco.

Il ritorno avverrà per l’itinerario di andata fino alla Forc. Ziolera (1 ora), per poi scendere seguendo il sent. sv. 361 verso il Lago delle Buse che aggireremo a nord lungo il sent. sv. 322A fino a raggiungere il bivio di q. 2.054 mt. (altri 40 minuti). Da lì, seguendo sempre il sv. 322A, con una modesta discesa iniziale e poi un piccolo strappo finale si ritorna al P.so Manghen passando a fianco dell’omonimo rifugio (40 minuti).

Il capogita augura ai partecipanti una buona escursione.

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok