user_mobilelogo

Data:

Domenica 28 agosto 2016 

Rif. Torre di Pisa 

Dislivello:

700 mt. - Durata 4 ore e mezza  

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 6.20 - Partenza ore 6.30

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 6.45                                                                                                        

Capogita:

Luciano Magrin  

Viaggio in auto: Belvedere – Valsugana – Trento Nord - Autostrada del Brennero – Bolzano Nord – Val d’Ega – Ponte Nova – Novale – Obereggen (180 km. – 3 ore compresa sosta). Sosta colazione da definire.

 

Lasciate le auto sul parcheggio della seggiovia (m. 1.550) si sale con la stessa (costo A/R 13,00 €) in loc. Oberholz (m. 2.096). Vicino alla stazione a monte si prende il sentiero sv. 18 che risale verso est, fino alla zona rocciosa in tornanti per il ripido pendio e traversando a destra ad una conca detritica (m. 2.440 ca. – h. 1.00). Proseguendo verso sud-est si attraversa un’altra conca detritica per risalire ad una forcella-intaglio fra le rocce (m. 2.550 ca. – h. 0.30). A questo punto ci si inoltra in un selvaggio valloncello che con un ultima ripida salita per terreno roccioso porta alla Forc. dei Camosci (m. 2.620 – h. 0.30).
Dalla forcella lo sguardo si spande sul catino dell’Altopiano del Latemar. Il sentiero scende per 10 minuti ripidamente fino ad incrociare il sv. 516 (m. 2.550 ca.), che preso a destra (sud) passa sotto le rocce della Cima Valsorda e risale alla cresta per terreno ripido e roccioso. Continuando lungo le rocce in saliscendi per la cresta (ed ammirando i pinnacoli, in particolare quello che dà nome al vicino rifugio) si giunge al vicino rifugio Torre di Pisa (m. 2.671 – h. 0.30).
Dopo la sosta pranzo al rifugio (sempre affollato) o al sacco in un vicino belvedere (ampia vista sulle Dolomiti Fassane e Bellunesi e sulle Pale) si prosegue in ripida discesa per il sent. sv. 516 che ci porta i mezz’ora ad incrociare il sent. sv. 22 (m. 2.300 ca.).
Seguendo tale sentiero (per gran parte tematico: installazioni Latemarium e Latemar-natura) in tranquilla discesa e saliscendi in circa un’ora e 20 minuti si ritorna in loc. Oberholz per riprendere la seggiovia, non prima di aver sostato al belvedere Latemar.360° (vista sui ghiacciai di confine).

Il capogita augura una buona escursione a quanti vorranno partecipare.

 

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok