default_mobilelogo

Data:

30-31 luglio 2016 

peralba 

Dislivello:

1° giorno: salita 526 mt. e discesa 906 mt. - Durata 5 ore

2° giorno: salita e discesa 856 mt. - Durata 5 ore 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 6.50 - partenza ore 7.00

Rif. Sorgenti del Piave ore 10.30-11                                                                                             

Capogita:

Armando Parolin (338.3383398) e Giovanni Baggio (380.5337392)   

Difficoltà: Media
Equipaggiamento: Da escursionismo raccomandati scarponi, bastoncini.
Per il pernottamento il rifugio fornisce anche le lenzuola con 5 EURO, altrimenti munirsi di saccolenzuola.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per raggiungere il punto di partenza:
Belvedere, Longarone (sosta colazione), Santo Stefano e a Cima Sappada e quindi girare a SX
sulla stradina in direzione Rifugio Sorgenti del Piave dove parcheggiare le auto.


I° Giorno.
Rif.Sorgenti del Piave slm 1830 – Passo del Mulo slm 2356 – Laghi d'Olbe slm 2156 – Baita Rododentro
slm 1450.
Tempo percorrenza .....: 5,00,00 ore circa.
Dislivelli ......................: in salita 526 mt discesa 906,00 mt.
Pranzo ........................: a sacco.
Capo gita ....................: Armando Parolin
L'escursione ha inizio dal parcheggio del Rifugio Sorgenti del Piave in direzione sud per il sentiero che in poco tempo porta alla stradina con segnavia ALTA VIA N°6 . Teniamo la stradina in quota fino
a trovare sulla DX l'imbocco del sentiero segnavia n°129 che ci porterà fuori dal bosco in salita sul versante nord del Monte Lastroni fino alla sella Franza . A questo punto prendiamo sulla DX il sentiero segnavia n°135 (sempre ALTA VIA N°6) che in un ghiaione ci conduce fino al mitico Passo del Mulo. Questo è il punto più alto che raggiungiamo nella giornata di sabato e qui possiamo ammirare il panorama sulla sottostante Val Visdende, sulle verdeggianti cime di confine e sul l'imponente Monte Peralba. Una volta recuperato fiato e compreso la toponomastica del luogo ci incamminiamo in discesa per raggiungere in breve tempo i Laghetti d'Olbe dove ci fermeremo per la sosta pranzo a sacco.
Una volta pranzato e riposato prendiamo prima la stradina e poi il sentiero segnavia n°138 che all'interno della valle del rio della Miniera ci porta in discesa e in breve tempo al Pian della Bombarde dove troviamo la nostra meta giornaliera presso la Baita del Rododentro a quota slm 1450mt.
Qui troveremo un'automobile che, lasciata in mattinata, porterà gli autisti alle auto al rifugio di partenza per ritornare a recuperare tutti i partecipanti dell'escursione.
Alla sera pernotteremo e ceneremo in compagnia e a mezza pensione al Rifugio Sorgenti del Piave.


II° Giorno.
Rif.Sorgenti del Piave slm 1830 mt – Cima Peralba slm 2694 mt
Tempo percorrenza ........: 5,00 ore circa.
Dislivelli .........................: salita 856mt /discesa 856 mt
Pranzo ...........................: a sacco oppure presso rifugi senza prenotazione.
Capo gita .......................: Giovanni Baggio


Al rifugio Sorgenti del Piave si percorre un bel sentiero nel bosco (senza numero), sino ad incrociare la strada forestale che sale al rifugio Calvi. Ci troviamo ora sul sentiero n.132; dopo un breve tratto della strada forestale si riprende il sentiero che con erta salita, porta al Rifugio Calvi. Seguendo ancora il sentiero n.132 si prosegue verso il passo Sesis (dal passo Sesis la vista verso la val di Fleons ci lascia senza fiato). Poco dopo s'incontrano le indicazioni per la "Via comune Papa Giovanni Paolo II"; si sale con numerose serpentine lungo un canale di detriti fino ad arrivare sotto le rocce dove troviamo resti di baraccamenti. Da qui, in salita per un canale dove sono ancora visibili tracce di ancoraggi di sicurezza, si raggiunge la cresta, da percorrere verso ovest fino alla cima del monte Peralba dove si trova il libro di vetta. Dalla cima si può apprezzare un grandioso panorama con in primo piano la Val Visdende. ll ritorno avviene per lo stesso itinerario di salita.

Per quanti desiderassero arrivare ai laghetti d'Olbe per comoda via cè' la possibilità di usufruire di seggiovia partendo da Sappada e tornando quindi con il resto del gruppo; oppure per la stessa seggiovia organizzandosi in questo caso con la propria auto, per andare poi al RIFUGIO SORGENTI DEL PIAVE.

Buona escursione a tutti.

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok