user_mobilelogo

Data:

Domenica 19 giugno 2016 

Cima folga vista da 

Dislivello:

850 mt. - Durata: 4 ore e mezza  

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.20 - Partenza ore 7.30

Pove del Grappa - Piazzale Birra Dolomiti                                                                                                        

Capogita:

Giuseppe Scapin (cell. 339.7602193)  

Seguendo la Valsugana verso Trento, si devia per Feltre e poi per la val di Primiero. Alla rotonda dove si apre la valle, seguire indicazioni per Canal S.Bovo, quindi Lago di Calaita in Val Lozen.
Un po’ prima del Ristorante Miralago c’è un parcheggio sterrato dove lasciamo le auto.


Per la strada forestale nei pressi del parcheggio inizia la nostra odierna escursione. Dopo alcune centinaia di metri, nei pressi di un ponticello, a destra inizia il sentiero N°347 che risale la valle Pisorno.
Il sentiero sale ripidamente, ma senza difficoltà, costeggiando un torrentello ed arrivando ad un pianoro, dove già si possono ammirare le cime meridionali delle Pale di S. Martino.
Si prosegue per terreni erbosi e girando sulla sinistra su alcuni tornantini si vede e si sale velocemente, ad una sella a quota 2296 mt., Forcella Grugola.
Qui due alternative: prendere il sentiero 347 bis per le due cime oppure proseguire in discesa e raggiungere Forcella Folga, 2191mt, ben visibile ad occhio, costeggiando il pendio.
Per chi opta per la salita, Cima Grugola si raggiunge dopo circa 30 minuti, siamo a 2397 mt, il panorama è ammirabile a 360 gradi. Proseguiamo per Cima Folga in cresta e tramite un piccolo tratto esposto e un’ulteriore breve salita raggiungiamo la vetta a q. mt. 2436, punto massimo odierno.
I panorami dalle forcelle e soprattutto dalle cime sono spettacolari, dove la vista spazia principalmente sulle Pale di S. Martino, sulle Vette Feltrine e fino ai Monti del Sole, sulla Marmolada, su gran parte della catena del Lagorai e su Cima D’Asta.
Iniziamo la discesa da Cima Folga su tracce, non sempre evidenti, e su pendii erbosi in cui è molto facile scivolare data la pendenza, fino a giungere dopo circa 25-30 minuti alla forcella omonima, luogo d’incontro con l’altro gruppo.
La discesa prosegue per la Val Grugola passando per il Lago Giarine e quindi per Malga Grugola fino ad arrivare ad una carrareccia che ci porta, seguendola a sinistra, al punto iniziale dove abbiamo le auto.
Il pranzo è al sacco e decideremo a seconda dei tempi dove effettuarlo.
L’unico posto dove ripararsi di tutto il tragitto è Malga Grugola, cioè verso la fine di come ho proposto l’escursione, pertanto in caso di maltempo la gita verrà modificata o rimandata.
Il tempo totale previsto per il giro completo è di circa 4 ore e trenta con passo medio, più le soste.


Buona camminata a tutti.

 

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok