default_mobilelogo
No result...

Data:

Domenica 15 febbraio 2015  - Escursione rinviata a domenica 22 febbraio causa maltempo (riunione di giovedì 12 febbraio comunque confermata)

 M ga Stramaiolo alta

Dislivello:

450 mt. - Durata 4 ore e mezza 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.00 - Partenza ore 7.10

Birreria ai Trenti - Pove del Grappa ore 7.30                                                                                                         

Capogita:

Luciano Magrin e Andrea Menegazzo  

 

Ciaspolada abbastanza facile – anche se non breve - su percorso sempre frequentato. Molto panoramica.

Punto di Partenza: Passo del Redebus (m. 1.453) che si trova sulla strada che collega la Valle dei Mocheni con l’Altopiano di Pinè. La sosta colazione è prevista a Pergine Valsugana prima di iniziare la salita della Valle dei Mocheni.

Si parcheggia, provenendo dalla Valle dei Mocheni, poco oltre il passo. Sulla destra parte un sentiero (sv. 443/B), che dopo un breve tratto su terreno aperto, si inoltra nel bosco su traccia sempre ben evidente e in regolare e contenuta ascesa. Prima si incontra Malga Regnana e poi in circa 45 minuti dalla partenza si raggiunge Malga Pontara (m. 1.629), da dove, sulla ns. sinistra, si incominciano ad ammirare le Dolomiti di Brenta.
Da qui si prosegue attraversando il pascolo della malga e poi su bosco fino ad incrociare la strada forestale che sale da Regnana alle Malghe Stramaiolo. Ormai siamo su terreno aperto e si possono ammirare gli alpeggi delle malghe ben innevati, visto il periodo. Sulla destra è sito un piccolo pianoro, dove d’estate è possibile parcheggiare. Da lì parte il tratto più impegnativo dell’escursione: si tratta di tagliare in salita i pascoli per raggiungere, per l’itinerario più breve, Malga Stramaiolo alta (m. 1.737 – ca. 45 minuti da Malga Pontara) e poi proseguire, sempre in salita, ma ora su bosco, fino al Passo del Campivel (m. 1.831 - Sarebbe possibile anche raggiungere il citato passo per un percorso meno ripido, ma ben più lungo, che passa per la Malga Stramaiolo bassa.
Da questo punto in avanti il sentiero ritorna assolutamente piacevole e con leggeri saliscendi, passando per alcune vallette, taglia i versanti settentrionali prima del Monte Stramaiolo e poi del Monte Rujoch. Attraversando una bella abetaia si incomincia ad intravedere tra gli alberi i pascoli della Malga Sprugio, ora rifugio Tonini, che si raggiunge con un breve tratto di salita finale (m. 1.906 – 1 ora da Malga Stramaiolo bassa). Visione incantevole sulle Dolomiti di Brenta e sul gruppo dell’Ortles-Cevedale.
Il rifugio è aperto nella stagione invernale tutti gli weekend, quindi è possibile sostare e rifocillarsi al caldo, che se sarà sicuramente ben affollato.
Il ritorno avverrà per la stessa via di salita (2 ore circa complessivamente).

I capogita augurano a tutti una piacevole escursione.

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok