default_mobilelogo

Data:

13 luglio 2014

 

M Maggio

Dislivello:

650 mt. (+ vari saliscendi) - Durata 5 ore 

 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.20 - Partenza ore 7.30 

 

Capogita:

Domenico Gasparotto 

 

 

Escursione per esperti camminatori con piede fermo e buona resistenza.

Percorso in auto per raggiungere il punto di partenza dell’escursione: Belvedere di Tezze – Arsiero (per sosta colazione) - Passo della Borcola (parcheggio e partenza escursione).

L’itinerario prende avvio dal Passo della Borcola (m.1207) alle ore 9,30 circa; si scende a piedi fino alla curva che permette di entrare nella cava (versante vicentino). Si entra e si costeggia la ex-cava dismessa e poi ci si innalza trovando i primi segni bianco-rossi; più su una tabella CAI-ANA ci indica la partenza del Sentiero Austriaco della Grande Guerra n° 503.
Si entra nel bosco rado salendo con dei tornantini, poi si traversa in leggera salita per sbucare su un piccolo pianoro erboso (m.1320 – ore 0.30). Si prosegue in piano per poi traversare con un’ansa la Val del Lovo. Il sentiero con dei saliscendi passa accanto a un pino, traversa un costoncello erboso (m.1325 – ore 0.55), poi scende con dei tornantini, traversa il bosco in piano per uscire con vista sulla Val Caprara (M. Pasubio).
Si passa una selletta, si costeggia la parete del monte e si torna a salire, si passa un’altra selletta per scendere di nuovo, si sale e si attraversa la Val Paileche, uno strappo, il bosco si dirada e lo sguardo spazia sul Pasubio (in alto sopra di noi Cima Grama). Con 2-3 tornantini si sale su un tratto sassoso per entrare nel bosco, si intravede qualche resto di guerra, si va verso uno sperone roccioso fortificato (m.1355 – ore 1.30). Si segue una trincea e si arriva a un tratto panoramico (vista sulla Val Caprara, Val Pruche e Val Sorapache).
Si sale sulla sx dello sperone roccioso, fino ad arrivare ai resti di una trincea (m.1425 – ore 1.40), la si segue giungendo ai prati della Val Grande. Più avanti si taglia sulla destra, fino a uno spigolo, poi il sentiero risale il costone e più su sbuca in un'altra trincea. Si segue la trincea fino a giungere in cresta (m.1600 circa – ore 1.55) all’incrocio con il sentiero n° 511, che però si trova più in basso oltre la cresta.
Ora il sentiero 511 sale con leggera pendenza il versante Nord-Est di Cima Grama seguendo un comodo tracciato; torna poi in cresta e con diversi saliscendi si perviene alla sella (Borcoletta) dove sbuca il Sentiero Europeo E5 proveniente dal Passo della Borcola (m.1759 – ore 2.25).
Da qui si segue il comodo Sentiero Europeo che con qualche leggero sali-scendi giunge al Coston dei Laghi (tratto panoramico); si prosegue con poca pendenza e si arriva alla Croce del Monte Maggio (m.1835 – ore 3.15), dove finalmente si può sostare e mangiare al sacco.
Il ritorno ripercorre il Sentiero Europeo, già fatto, fino alla Borcoletta (m.1759 – ore 3.50) da qui si scende il ripido sentiero erboso della Val di Lovo portandosi a un belvedere panoramico. Continuando la discesa si passa vicino alla voragine di una vecchia cava, con resti di una costruzione e di un vecchio camion. Continuando la ripida discesa si giunge infine al Passo della Borcola (ore 5.00 circa).

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok