default_mobilelogo

Data:

Domenica 25 maggio 2014

 

Malga Lora

Dislivello:

700 mt. - Durata: 4 ore e mezza

 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.50 - Partenza ore 8.00

Pove del Grappa - Birreria Ai Trenti ore 8.20  

 

Capogita:

Giancarlo Ferraro 

 

 

Ampia possibilità di parcheggio a Foza centro, dove sarà possibile anche la colazione. Inizio escursione ore 9.30.

 

L’itinerario ha inizio dal centro di Foza (m. 1.093) percorrendo (a ritroso rispetto alla strada di arrivo in auto) per qualche minuto la SP 76 fino alla loc. Cruni (m. 1.088). Qui inizia il sv. 860. Passati in mezzo alle poche case della contrada, si continua per strada asfaltata per qualche centinaio di metri per svoltare poi a sx. su un sentiero ben segnato. Lo stesso si innalza nel bosco per la maggior parte in serpentine (salvo alcuni brevi tratti con maggiore pendenza dove il sentiero originario è stato rovinato dal disboscamento) ed esce nel prativo sovrastante dopo oltre un’ora. Il sentiero, evidenziato da paletti, diventa a tal punto più ripido e così da modo di fermarsi ed ammirare dietro il Massiccio del Grappa, le borgate di case sparse nell’Altopiano e il Canale del Brenta e sulla dx. le Vette Feltrine e le Pale di San Martino. Dopo circa 2 ore dalla partenza si raggiunge Casera Meletta (m. 1.707), dove la vera salita finisce.
L’itinerario prosegue su una strada sterrata che lentamente si innalza di qualche decina di metri per raggiungere a q. 1.770 il bv. a sx. per il M. Fior e l’itinerario sv. 861 (ampia veduta sulle maggiori cime dell'Altopiano e sulle Dolomiti). Noi prenderemo invece a dx. scendendo, sempre per strada sterrata, nel vallone sottostante a M.ga Lora (m. 1.668 – 40 minuti da Casara Meletta), luogo scelto per il pranzo al sacco.
Il ritorno avverrà – in meno di 2 ore - seguendo sempre il sv. 860 che scende inizialmente, sempre per strada sterrata, la Val Vecchia e poi, dalla in loc. Kemple (m. 1.576) prendendo il sent. a dx. fino al Pian della Futa (m. 1.325). Da lì l’itinerario prosegue, sempre per sentiero salvo dei brevi tratti intermedio e finale su strada asfaltata, fino a Cruni e poi, per la strada provinciale, a Foza.

 

Considerate le condizioni del terreno ancora innevato alla data di ricognizione (17 maggio) dalla seletta di q. 1.770 a M.ga Lora e oltre fino a q. 1.450 ca. e le elevate temperature previste nei giorni precedenti l’escursione, si valuterà in loco la via più semplice per scendere dalla seletta alla malga: direttamente (come effettuato nella ricognizione), spostandosi a dx. passando per la cima del M. Miela (m. 1.782) e scendendo per la valletta sottostante o, allungando leggermente il percorso, passando per il M. Fior (m. 1.824), giro che permetterebbe di calpestare meno neve.

 

Il Capogita augura una buona escursione a quanti vorranno partecipare.

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok