default_mobilelogo

Data:

28 luglio 2013

cima ravetta

Dislivello:

930 mt. - Durata: 6 ore e mezza

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tzze sul Brenta ore 7.00 - Partenza ore 7.15

Pove del Grappa - Birreria ai Trenti ore 7.30

Capogita:

Domenico Gasparotto

Si segue la Valsugana fino a Castelnuovo, poi a destra fino alla Val Campelle (vicino al rifugio Carlettini).

Lasciate le auto al parcheggio presso il Ponte delle Rudole (ore 9,00 circa) a quota 1336 metri, iniziamo il percorso lungo la strada forestale, in gran parte asfaltata, che sale a Malga Primalunetta (1.792 m), passando dalle malghe Cenòn di sopra e Malga Val de Prà. Da qui comincia il sentiero vero e proprio, si prosegue per Malga Primaluna di sopra e la Forcella del Dogo 1.972 m. Da questo punto si prosegue sulla ampia dorsale del Piano del Tauro passando da Bivacco Argentino Vanin, posto poco sotto la nostra meta, e fino in vetta alla Cima Ravetta (2.266 m. - circa 4,00 h tot), da dove si gode di un ampio panorama. Qui si consumerà un frugale pasto “al sacco” e ci si potrà riposale un po’.
Per il ritorno ci dirigeremo, in leggera pendenza, verso Forcella Ravetta (2.219 m.). Dalla Forcella, infine, scenderemo nella sottostante Val Caldenave, passando dal rifugio Claudio e Renzo, per poi proseguire fino in Val Campelle a Tedòn e quindi al parcheggio. (2 ore e mezza di discesa).


Il percorso è piuttosto lungo e richiede un certo impegno fisico. Fino a Cima Ravetta la salita e facile e senza “strappi”; dalla Forcella Ravetta e fino in Val Caldenave, la discesa è invece piuttosto ripida, con passaggi su pietraie e presenza di un nevaio; perciò si richiede piede fermo e camminata sicura.

Sosta per colazione prevista presso Ristorante Val Goccia – Cismon del Grappa o a Castelnuovo (TN)

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok