user_mobilelogo
Data: 7 ottobre 2012
Dislivello:

625 mt. - 5 ore

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.20 - partenza ore 7.30

Birreria ai Trenti - Pove del Grappa - ore 7.45

Capogita: Antonio Chiarotto

Si percorre la SS Valsugana e poi la SS 50 per Passo Rolle. Colazione presso Bar alle Fontane – Lamon (all’uscita dalla galleria a dx.). Arrivati a Fiera di Primiero si prende la SS 347 per Passo Cereda-Agordo. Arrivati a un tornante si imbocca la strada per la Val Canali (indicazioni Cant del Gal) e poi la stradina che porta ai Piereni, parcheggiando poco oltre al Ponte Piazmador (ampio parcheggio – m. 1.075 ca.), punto di partenza dell’escursione.

Si prende il sentiero 709-724 che si dirama sulla destra orografica del torrente Canali e dopo un dislivello di circa 100 mt. si arriva alla Ritonda, poco lontano dal Cant del Gal (si potrebbe volendo parcheggiare direttamente in questa località riducendo il dislivello a circa 520 mt.). In ogni caso da lì si prende il sentiero 709 che porta al Rif. Pradidali e lo si percorre per un tratto superando la Baita Don Bosco e attraversando il torrente Pradidali. Superato quest’ultimo si arriva ad un bivio con l’indicazione per M.ga Pradipali (ruderi), Malga Canali e Rif. Treviso (dalla partenza circa h. 1.40 di cammino). Si passa un torrente con cascatella e si lasciano a sinistra i ruderi della M.ga Pradidali inoltrandoci poi nel bosco. Si arriva in località Pra’ Diotto e si sbocca nel prativo di M.ga Canali (suggestivo agriturismo molto rinomato), oltrepassata la quale ci si immette sul sentiero 711-707 che costeggia il torrente Canali. Successivamente si supera il torrente su un ponticello imboccando il sentiero 718B (Troi dei Todeschi – circa 40 minuti dal bivio sopracitato) che si innalza stretto e il qualche punto ripido nel bosco raggiungendo il Campigol d’Oltro (50 minuti dal ponticello). Lì si incrocia il sentiero 718 che si prende a sinistra ed in leggera discesa, sempre nel bosco, con ampie vedute a sinistra sulla val Canali e oltre verso il Campanile d’Ostio, si raggiunge in circa 30 minuti il Rif. Treviso (aperto – ultimo giorno: necessario prenotarsi per il pranzo; in caso contrario pranzo al sacco).
Il ritorno avverrà per il sentiero 707 percorrendo una serie infinita di tornanti che porteranno nel fondo della Val Canali a guadare l’omonimo torrente. Si seguirà infine la strada, per gran parte asfaltata, fino al Ponte Piazmador, luogo di partenza (volendo si può evitare l’asfalto percorrendo i sentieri di andata senza la deviazione verso i ruderi di M.ga Pradidali), in ogni caso ci vorrà circa 1 ora e 20 minuti  per ritornare alle auto.

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok