user_mobilelogo
Data: 10 giugno 2012
Dislivello: 100 mt. - 40km. - Durata 6 ore circa
Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta - ore 9.00

Caltrano, dopo l'uscita della autostrada a Piovene Rocchete - ore 10,00

Capogita: Claudio Ceccato e Eva Nardulli

Ritorniamo sulla ciclabile della “Vaca Mora” o meglio ora 'Strada del Vecchio Trenino'.… l’anno scorso da Schio a Piovene Rocchette e poi Velo d’Astico e Arsiero, quest’anno continuiamo il vecchio percorso del trenino da Campiello ad Asiago (tralasciando la massacrante salita da Cogollo del Cengio a Campiello! …sperimentata… garantito!!).

Si tratta di un percorso turistico di circa 40 chilometri complessivi compreso andata e ritorno, adatto a tutti, tranquillo con moderate e leggere pendenze lungo piste ciclabili, sterratini facili nei boschi, piccoli centri abitati, ecc. fino al piccolissimo laghetto di Lumera dove si sosterà per il pranzo al sacco.

L’ex ferrovia Schio-Rocchette-Asiago, a scartamento ridotto e a cremagliera per il tratto che affrontava l'impegnativa salita del 'Costo' era considerata un’opera di ingegneria notevolissima, ideata con lungimiranza già a metà ottocento, ma realizzata nei primi anni del ‘900, e rimasta in esercizio fino alla fine degli anni ‘50.
Per interessanti notizie storiche, tecniche, meccaniche leggete su : http://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Rocchette-Asiago.

La giornata comincia - verso le 10.30 - a Campiello (sulla strada provinciale n° 349 che da Piovene Rocchette, poi Cogollo del Cengio, porta ad Asiago), prima di Treschè di Conche, dove si lasciano le auto nei diversi parcheggi disponibili, sia a destra, all’inizio della ciclabile, riconoscibile per la deliziosa stazioncina ben restaurata, di fronte al Ristorante ai Granatieri, che un chilometro prima (in uno slargo asfaltato sulla sinistra).
Il tracciato è ben segnato con cartelli informativi lungo tutto il percorso che attraversa i centri di Tresché di Conche, Cesuna, Canove di Roana. Si attraversano anche delle gallerie dove, in quella da 350 metri di lunghezza, viene messa a dura prova la resistenza allo shock termico (si capirà bene il perché!) e alla capacità di orientarsi al buio (consigliate le luci!).
Tra Cesuna e Canove è possibile deviare verso il Boscon, un bosco dove si raggiunge un suggestivo cimitero militare inglese… occasione di memoria, silenzio e rispetto; vedremo, in base all’orario e alle capacità del gruppo se deviare all’andata o al ritorno per movimentare la giornata.
A Canove si incontra una bellissima locomotiva a motore nei pressi di un piccolo museo della guerra del 15-18 dove sono esposti anche mezzi militari.
In alcuni tratti, specie in prossimità di Asiago il percorso è molto frequentato da gente a passeggio, anche con bimbi in carrozzina e pertanto bisogna prestare attenzione.
Si giunge ad Asiago avvistando il Caseificio per poi raggiungere la vecchia stazione, lasciata la quale ci si dirigerà verso il centro cittadino per poi arrivare, dopo aver percorso una bella strada pedonale sterrata (costeggiata da lastre di marmo di Asiago - recinzioni risalenti all’epoca dei Cimbri), al laghetto di Lumera. Presso il laghetto ci sono giochi per bambini, panche e tavoli ed è possibile servirsi del piacevole piccolo ristoro.
Dopo il relax del pranzo e prima di ripartire, verso le 14.30. è consigliato l’assaggio di un buon gelato nei pressi della piazza del Comune!
La strada del ritorno è la stessa dell’andata con l’eventuale deviazione nel bosco se non realizzata all’andata per la visita al cimitero inglese.

Arrivo previsto alle auto alle ore 17.00 circa.

ATTENZIONE:
- percorso non adatto a bici da corsa!
- Richieste bici in buono stato, camera d’aria di ricambio e luci
- Consigliati pantaloncini imbottiti, caschetto e felpa/kway (siamo comunque sui 1000 m di altitudine)

 

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok