default_mobilelogo
Data:

Gita annullata per le date previste.

Visto il miglioramento del tempo la gita si farà mercoledì 25 aprile

Dislivello: 810 mt. - durata ore 4.15
Ritrovo : Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.10 - partenza ore 7.20
Capogita: Luciano Magrin

“Questo storico eremo e l’attigua cella dell’ottavo secolo ove Re Pipino figlio di Carlo Magno tornò sovente per ascoltare i santi eremiti Benigno e Caro” recita l’iscrizione a memoria del restauro dell’eremo effettuata dal Comune di Malcesine alla fine degli anni ’60. Non è dato sapere per quali sentieri il giovane re d’Italia salisse 1200 anni fa sulle pendici del Monte Baldo, ma sicuramente la vista che si poteva vedere sul lago era anche allora incantevole.

L’itinerario inizia dalla piazzetta a fianco della chiesa parrocchiale di Cassone (m. 85). Il sv. 9 attraversa dapprima l’abitato in direzione nord e dopo 300 metri prende a destra una stretta e ripida stradina che raggiunge le ultime case del paese. Si continua a salire per mulattiera e, più in alto, si attraversa una zona disseminata di giganteschi massi, testimoni di una enorme frana (I Granei), per arrivare in loc. Pozzo Barchet (m. 450 ca.), dove la mulattiera si unisce al sentiero proveniente da Malcesine (ore 1.15).
Si continua in salita nel bosco per uscire infine nei prati a fianco di Malga Fiabio (m. 721 – 50 minuti da Pozzo Barchet) . La malga è poco più di un rudere, ma la vista sulla sponda bresciana è splendida. Dopo una breve sosta si ritorna indietro per circa duecento metri e per la strada forestale sv. 1 si raggiunge in contenuta salita la Porta del Vescovo (m. 830 ca.), per proseguire poi, con percorso prima quasi pianeggiante e poi in discesa, fino all’Eremo dei SS. Benigno e Caro (m. 830 – 50 minuti da Malga Fiabio).

La sosta per il pranzo al sacco si può a fare a fianco dell’Eremo, ma forse vale la pena di fare un altro centinaio di metri per raggiungere una panchina posta su un belvedere naturale, da dove la vista spazia su gran parte del lago di Garda.

Il ritorno a Cassone verrà effettuato proseguendo per la mulattiera sv. 1 che ripidamente scende nel bosco per raggiungere prima il capitello della Merla (m. 525 – 35 minuti dall’eremo), poi i casolari di Fichet ed infine, con percorso tra gli ulivi, l’abitato di Cassone (45 minuti dal capitello della Merla).

-----------------------------------------------

Cassone si raggiunge via autostrada (Casello Vicenza Nord della Valdastico – direzione Milano – autostrada Serenissima fino al raccordo con l’autostrada del Brennero – direzione Trento ed uscita al casello di Affi/Lago di Garda Sud), proseguendo per Garda e per la S.S. Gardesana occidentale (è l’ultimo abitato prima di Malcesine). La colazione è prevista lungo l’autostrada: Area di servizio Garda Est (1 km. prima dell’uscita).
Partenza per l’escursione da Cassone prevista per le ore 10.00. Ritorno alle auto per le 15.30.

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok