user_mobilelogo
Data: 20 marzo 2011
Dislivello: 400 mt. - Durata 5 ore
Ritrovo : Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.00 - Partenza ore 7.10
Capogita: Luciano Magrin

Escursione senza difficoltà altimetriche su percorso ondulato, di grande godimento per il paesaggio che attraversa.

Si parte dal parcheggio di Punta San Vigilio (m. 90 ca.) ripercorrendo per un breve tratto la SP249 Gardesana Orientale e poi attraversando un oliveto per raggiungere la soprastante carrareccia sv. Cai 41 da seguire fino all’indicazione “sentiero Graffiti”. Lo stesso si alza in mezzo a lecci, cipressi e oleandri passando a fianco a delle grandi pietre calcaree (Pietra delle Griselle e Pietra dei Cavalieri) con incisioni rupestri di varie epoche (donde il nome del sentiero) e fiancheggiato da piante di pungitopo diventa carrareccia dopo circa 45 minuti dalla partenza in loc. Ca’ Bianca (m. 297). Proseguendo in mezzo agli uliveti si perviene, percorrendo un ultimo tratto su strada asfaltata, in circa 1 ora ad Albisano (m. 309). Una breve sosta nei pressi della Parrocchiale di San Martino permette una splendida vista del Lago di Garda con Torri del Benaco in primo piano.
Dopo il paese l’itinerario prosegue sempre per strada asfaltata per alcune centinaia di mt. per prendere poi a sinistra il sv. Cai nr. 40 (all’inizio carrareccia e poi sentiero). Dopo la contrada Spighetta il sentiero confluisce sul Cai nr. 41 e passando nei pressi di un’ulteriore pietra calcarea (Roccia Grande di Crero) perviene in circa 1 ora da Albisano a Crero (m. 207), incantevole vecchio borgo con le case in pietra finemente ristrutturate e poco oltre la Chiesetta di S. Siro in una posizione affascinante.

 


A Crero sosteremo per il pranzo al sacco. Volendo esiste anche una trattoria (da Giuseppina Mainetti tel. 045.6290654), comunque non testata.

Il ritorno avverrà per il sv. Cai nr. 41 che corre – tratti su sentiero e tratti su strada – fra gli oliveti e attraversa alcune località (la più nota è Loncrino), incontrando lavatoi, fontane, capitelli ed edicole sacre. Dopo circa 2 ore si perviene ad un favoloso belvedere sulla Punta San Vigilio che merita un’ultima sosta. Ripreso il cammino e poco dopo abbandonato il sv. Cai prendendo un sentiero non segnalato sulla destra ed attraversando un oliveto si perviene direttamente al parcheggio di partenza in ca. 15 minuti.

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok