default_mobilelogo
No result...
Data: 6 settembre 2009
Dislivello: salita: 300 m discesa 850 m
Ritrovo : Piazzale di Belvedere di Tezze sul Brenta
Capogita: Luciano Magrin
Luogo di partenza per l’escursione è la Conca di Pizzegoro a Recoaro Mille. Località che da Belvedere, in auto, si raggiunge via Thiene, Schio, galleria M. Zovo (pagamento unicamente con sistemi elettronici: € 2,00), Valdagno, S. Quirico (sosta per colazione).

Verso le 9.00 dall’ampio parcheggio, con la nuova seggiovia del Monte Falcone (biglietto di sola andata € 5,00), si sale senza sforzo ed in pochi minuti nei pressi della Sella del Campetto (m. 1.549). Da lì inizia la vera e propria escursione seguendo il sv. 202.
Si prende a destra la carrareccia quasi pianeggiante fino al Passo della Porta, dove, superato il costone del Monte Rodecche, ci si immette nei pascoli di Malga Campodavanti. Lasciata la malga sulla sinistra si prosegue per la strada per raggiungere, in circa un un’ora dalla Sella del Campetto, la Bocchetta Gabellele (m. 1.552).
Quando la strada piega decisamente a Sud, la stessa viene abbandonata e prendendo a destra si continua sul tracciato della mulattiera militare. Si aggira il pendio mugoso della Cima del Mesole fino a raggiungere un cancello di sbarramento dove, come da apposita targa, inizia il sentiero “Francesco Milani”. Sempre con andamento pressochè pianeggiante si lascia prima a sinistra il sentiero di discesa al rif. Bertagnoli (sv. 207) e poi a destra il Passo di Mesole. Utilizzando anche una passerella si attraversano i canali detritici sotto la Rocca di Giano (attacco Ferrata Viali), si aggira la fiancata sud del Monte Gramolon attraversando una galleria piuttosto lunga (meglio dotarsi di qualche pila) e si perviene al bivio con il sent. 205 qualche decina di metri sopra il Passo della Scagina. Il paesaggio muta completamente e sotto si notano i verdi pascoli dell’Alta Val di Fraselle (inizio della Lessinia). La mulattiera lascia le malghe sotto a sinistra ed in poco tempo si raggiunge il Passo Ristele (m. 1.641 – circa h. 1,15 da Bocchetta Gabellele) dove è prevista la sosta per il pranzo al sacco.
Dal passo si prende il sent. sv. 121 che con serpentine in buona pendenza scende velocemente prima per un canalone e poi su uno spallone boscoso. In circa tre quarti d’ora si raggiunge un bivio (m. 1.240): lasciando a destra il vecchio sv. che porta al rif. Battisti ci immettiamo sul sent. sv. 120 che inizialmente scende verso i pascoli di Malga Rove, oltre i quali ha inizio la strada sterrata. L’itinerario sfiora diverse malghe e poco dopo Malga Poderne a q. 1.077 prende a destra per transitare per i prati di Malga Anghebe e Malga Sebe. Lungo quest’ultimo tratto ci sarà la possibilità di ammirare alcuni dei grandi alberi dell’Altopiano delle Montagnole. In circa 2 ore dal bivio si raggiunge la Conca di Pizzegoro chiudendo l’anello.

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok