user_mobilelogo
Data: 21 giugno
Dislivello: 650 meri
Ritrovo : a Belvedere ore 7,30 - colazione CastelNuovo - centro
Capogita: Domenico Gasparotto

 

 

Itinerario spettacolare e panoramico, non difficile ma che richiede passo fermo perché si svolge in gran parte in cresta e lungo costoni piuttosto scoscesi. Nel periodo favorevole è possibile ammirare meravigliose fioriture di flora alpina.

Dal Passo Manghen per segnavia 322 si sale facilmente in costa nel grande anfiteatro che sale a Forcella del Frate m 2238. Di qui una splendida vista sul passo sottostante e, a sud-est, sulla Val Ziolera con le malghe e i laghetti. Dalla forcella si gira intorno alle propaggini sud del Monte Ziolera. Chi vuole, può salire fino in vetta al Monte Ziolera m 2478 (eccezionale punto panoramico a 360 gradi) per ricongiungersi al gruppo più avanti. Insieme si arriva, poi, alla forcella Ziolera m 2232 e da qui, su un sentiero facile e quasi pianeggiante 322B sempre in costa, fino alla forcella

Pala di Becco e quindi, per sfasciumi su grossi massi si perde un po' di quota scendendo fino all'incantevole Lago di Montalon, dove si sosta per mangiare al sacco e magari per schiacciare un pisolino prima del ritorno. Rimontando l'ampia forcella omonima si raggiunge il versante nord (per segnavia 322A), per raggiungere, con dolci saliscendi in magnifici scenari, al meraviglioso Lago delle Buse m 2060. Sempre per 322A, si scende brevemente nella conca punteggiata di cirmoli secolari e grosse pietre, quindi con breve salita finale, si arriva al punto di partenza a Passo Manghen, dove sarà possibile ristorarsi al rifugio.

 

Per scaricare la carina clicca qui

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok