user_mobilelogo
Data: domenica 13 settembre 2009
 
Iscrizioni fino ad esaurimento posti previo versamento
della caparra di euro 5. Per ulteriori informazioni e
chiarimenti rivolgersi alla capogita
   
Capogita: Michela Gasparotto

EL BRAGOSSO VA…
 
…alla scoperta delle più belle
isole della Laguna Veneta
a bordo di un’imbarcazione
tipica.
Visto il successo e quanti non hanno potuto partecipare per mancanza di posti, si è pensato di riproporre la gita in laguna di un giorno intero effettuata nel settembre dello scorso anno.
L’appuntamento è per domenica 13 settembre 2009 con destinazione le solite isole non mete di grande afflusso turistico quali S. Francesco del Deserto, S. Lazzaro degli Armeni e Sant’Erasmo.
Si partirà con la barca verso le ore 9 dal cantiere nautico Il cormorano di Altino. Il rientro al cantiere è previsto per le 18.00 circa. Costo 26 euro per gli iscritti al Cir, e 27 euro per gli altri. Pranzo al sacco (c’è comunque la possibilità di pranzare su un tipico locale gestito da ex campioni di voga presso l’isola di S. Erasmo).
Posti disponibili n. 50. Iscrizioni fino ad esaurimento posti previo versamento della caparra di euro 5. Per ulteriori informazioni e chiarimenti rivolgersi a Michela Gasparotto (tel. 333.1158896 – 0424.85429)
La barca ci viene fornita dalla “Società Cooperativa Sociale La Famiglia Onlus” di Venezia-Campalto che da anni organizza escursioni in laguna alternative alle solite gite.
Di seguito si forniscono alcune informazioni sulla barca utilizzata e le isole che visiteremo, forniteci dall’organizzazione sopracitata.
 
QUALCHE NOTA SUL BRAGOZZO:
Il Bragozzo è stata la barca da pesca più diffusa sull'alto Adriatico per tutto l'Ottocento e la prima metà del Novecento. Fino all'avvento del motore, con il quale ha cercato di convivere per un po' di tempo, si era dimostrata perfetta per la pesca in quell' area, caratterizzata da bassi fondali, brezze moderate e mare poco agitato. Misurava dai 9 ai 16 metri, era largo un quarto della sua lunghezza ed aveva il fondo piatto.
















 
 
IL NOSTRO BRAGOZZO:
Il bragozzo “S. Alban”, costruito completamente in legno, ha una capienza massima di 57 persone comodamente sedute, ha una tettoia che permette di riparare i passeggeri da sole, vento o pioggia ed è dotato di servizi igienici. Il fondo piatto lo rende eco-compatibile con l’ambiente lagunare e gli permette di navigare in zone spesso inaccessibili da altre imbarcazioni.





 
 
S. Francesco del Deserto
Un'isola molto antica, che prende il suo nome dalla leggenda secondo la quale, nel 1220, vi approdò san Francesco d’Assisi. Esternamente si presenta con il suo inconfondibile profilo di cipressi che lasciano a malapena intravedere parte del monastero e il campanile.
 
 









 
 
S. LAZZARO DEGLI ARMENI
Un tempo rifugio e luogo di cura dei lebbrosi, l’isola ha preso il nome proprio dal loro protettore S.Lazzaro. Nel 1717 la Repubblica di Venezia consentì ad un nobile monaco armeno detto Mechitar (il consolatore), che sfuggiva ai Turchi durante la guerra per la conquista della Morea, di potersi stabilire proprio in quest’isola. Nell’isola Mechitar potè continuare l’opera di bontà interrotta dall’invasione turca, raccogliendo intorno a sé gli esuli armeni e costituendo la Comunità dei Padri Armeni Mechitaristi. Furono così raccolte a Venezia le più importanti opere della cultura Armena. George Byron, il poeta inglese che fece di Venezia la sua patria ideale, soggiornò spesso a S.Lazzaro, tanto che i Padri Armeni conservano ancora gelosamente alcuni suoi ricordi.
 
S. Erasmo
L'isola più vasta della Laguna nord è tradizionalmente "l'orto di Venezia", con coltivazioni particolarmente pregiate, tra cui i famosi carciofi e gli asparagi. Su quest'isola si possono trovare anche alcune costruzioni particolarmente interessanti, come il forte realizzato dal governo napoleonico, o la Torre Massimiliana.

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok