default_mobilelogo
Data: 18 luglio 2010
Dislivello: Salita 550 mt. e discesa 1.150 mt. - durata 4.30 ore
Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 6.50 - partenza ore 7.00

Birreria ai Trenti - Pove del Grappa ore 7.15

Capogita: Luciano Magrin


L’unica difficoltà dell’escursione è la lunghezza della strada da Belvedere a Vigo di Fassa. Strada che, viste le diverse possibilità, verrà decisa in sede nella riunione del giovedì precedente. Il ritrovo per la vera escursione è previsto per le ore 9.30 davanti il parcheggio della funivia Ciampedie a Vigo di Fassa.

Con la funivia Ciampedie si sale all’omonimo Rifugio (m. 1.998). Dopo aver ammirato l’ampio panorama, seguendo il sv. 545, ci si abbassa per prati e poi bosco al vicino rifugio Negritella. Nei pressi dello stesso ad un bivio si prende a dx. seguendo l’indicazione “Sentiero delle Pecore” (Viàl de le Fèide). La traccia sale per bosco di larici e cimbri fino ad uscire nei prati di Pra Martin. Proseguendo sul costone denominato Le Albe (con interessante vista a dx. sui dirupi del Larsech e il più lontano gruppo del Sella) si raggiunge un bivio (m. 2.250 ca.) dove, abbandonando il “Sentiero delle Pecore”, si prende nuovamente a dx. seguendo l’indicazione per il Vaiolèt. Si scavalca la linea di cresta e si prosegue con a fianco sulla sx. le propaggini della cresta delle Pale Rabbiose e delle Cigolade (da notare le forme dei pinnacoli che si elevano in maniera talvolta slanciata e talvolta massiccia poco a monte del sentiero). Scavalcando infine la spalla del Curaton ci si immette a q. 2.330 circa sul sentiero 541 proveniente dal rif. Vaiolet (circa 1.45 dalla partenza). Si prende a sx. percorrendo un tratto in discreta salita per raggiungere in circa mezz’ora il Passo delle Cigolade (m. 2.550), stretto valico molto panoramico. Dallo stesso in circa 45 minuti si scende al rif. Roda di Vaèl (m. 2.280), posto su un pianoro erboso ai piedi del colle del Ciampàz, solitamente molto frequentato, dove è prevista la sosta pranzo.
Il rientro a Vigo è previsto per il sentiero 545 che, dal rif. Roda di Vaèl, scende diretto alla sottostante valletta percorsa dal rio di Vaèl. Si incontra, dopo circa mezz’ora, la malga Stallon di Vaèl (m. 2.026), dove si prende a dx. il sentiero 547 che in un’ulteriore ora ci porta dove abbiamo lasciato le auto il mattino.

In caso di canalini molto innevati in salita sul sentiero 541 (dal bv. di q. 2.330 al Passo Cigolade) potremmo optare per la continuazione sul “Sentiero delle Pecore” fino alla confluenza dello stesso sul sv. 541 sul versante sud del Passo delle Cigolade. (In tal modo si risparmiano circa 200 mt. di salita e un’ora di escursione).
Volendo si può pure evitare la discesa dallo Stallon di Vaèl a Vigo proseguendo per il sentiero 545 che riporta al Rif. Ciampedie e dallo stesso ridiscendere in funivia. (Ciò comporta circa 50 mt. in più di salita, ma nessuna variazione nei tempi totali dell’escursione).

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok