user_mobilelogo

 

Data:

Giovedì 26 dicembre 2019 (S. Stefano) 

lungo brenta 

Dislivello:

Nullo - 13 km. circa - Durata: 3 ore e mezza 

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 9.20 - Partenza ore 9.30

Bassano del Grappa - Via Sant'Anna - Parcheggio Prato 2 ore 10.00 

Referenti:

Patrizia Vidale (cel. 349.4340328) e Mariella Zaniolo (cel. 340.7102027)

Il giro del Brenta, da Bassano a Solagna, è un percorso ad anello, di circa 12 - 13 km pianeggianti, che affiancano il fiume.


Arriviamo a Bassano del Grappa e dopo aver parcheggiato le auto in “Prato Santa Caterina”, iniziamo la nostra passeggiata, percorrendo un primo tratto di strada asfaltata in direzione nord.
Percorriamo via Margnan, passando davanti al Convento dei frati Cappuccini, al museo di Hemingway (*) e della Grande Guerra di Villa Cà Erizzo per arrivare alla Centrale idroelettrica di Bassano.
(*) (Lo scrittore soggiornò nella casa trasformata in quartiere generale dell'assistenza dopo essere stato ferito sul Piave nel 1918. Trent'anni dopo scrisse nel suo libro “Di là del fiume e tra gli alberi”: “...Vorrei essere seppellito lassù, lungo il Brenta, dove sorgevano le grandi ville coi prati, platani, cipressi...”)
Da qui in poi si prosegue su sentiero che costeggia per tutto il tragitto il fiume fino ad arrivare a Solagna, dove troviamo la passerella pedonale costruita sul canale per portare l'acqua alla centrale idroelettrica e, quindi, attraversiamo il Brenta.
Raggiunto il lato destro del fiume, in Contrà Fietto, imbocchiamo il sentiero ciclopedonale, per un breve tratto, quindi saliamo sulla strada provinciale 73 per gli ultimi 800 metri circa, fino ad incontrare sulla nostra destra la diga di Campolongo. Attraversiamo il fiume camminando sopra la diga e giungiamo alla nostra meta per il pranzo presso il locale “RistoPizza” a Solagna in via Trento, 9.
Dopo il pranzo seguiremo l'itinerario inverso fino a tornare all'imbocco della passerella che questa volta non attraverseremo ma proseguiremo sulla destra del Brenta.
Il percorso è quasi tutto su sentiero sterrato, passando per alcuni brevi tratti, all'interno di borghi suggestivi, fino a ritornare a Bassano.
Lavori permettendo, passiamo il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini (dedicato alla memoria delle centinaia di migliaia di soldati - in particolare dei reparti alpini - che durante la prima guerra mondiale attraverso il ponte salivano sull'altopiano dei Sette Comuni, teatro di sanguinosi combattimenti); chi lo desidera può fare una sosta per degustare la grappa Nardini nella storica Grapperia e infine tornare alle auto.

 

 

Album 2019-20

Album 2018-19

Album 2017-18

Album 2016-17

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok