default_mobilelogo

Data:

Domenica 26 agosto 2018 

LOmo e la Dona 

Dislivello:

750 mt - Durata: 4,15 ore  

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.00 - Partenza ore 7.10                                                                                                        

Referente:

Luciano Magrin (338.7689438)  

Il Rif. Pompeo Scalorbi (m. 1.767), veronese e capitano degli Alpini negli anni 30-40, si trova a 1767 metri di quota nell'alto vallone di Campobrun, nel cuore della Riserva naturale di Campobrun, a poca distanza dal Passo Pelagatta da cui si gode una vista stupenda nella conca recoarese e sull'altopiano delle montagnole.

N.B.: Pur in presenza di un moderato dislivello e durata, l'escursione richiede un'adeguata preparazione per il tipico percorso della Piccole Dolomiti. 

Inizio escursione ore 9.20

L’escursione inizia dal parcheggio di q. 1.248 sito all’ultimo tornante della rotabile che da Recoaro Terme sale al Rif. Cesare Battisti alla Gazza.
Dopo aver seguito in leggera salita per ca. 10 minuti il sent. sv. 105-113-114, al primo bv. si prende a sx. il sentiero con il solo nr. 113. Anche questo per un po’ (fino a q. 1.420 ca.) sale lentamente, poi all’improvviso la salita diventa ardua: un sentierino roccioso che sale tra i pini mughi, dove talvolta conviene appoggiare le mani per aiutarsi (tanto che i bastoncini sono superflui) e così continua per circa 450 mt. di dislivello, e sopra di noi i roccioni dell’Omo e la Dona, che danno nome al sentiero, si avvicinano sempre di più. Alla fine si arriva ad un pulpito, si guarda giù e ci si rende conto che l’Omo e la Dona sono sotto di noi: la salita impegnativa è praticamente finita e si possono, senza fatica, ammirare le cime circostanti, e fra esse la Cima Carega e il Rif. Fraccaroli in fondo verso ovest. Pochi minuti di discesa su un sentiero divenuto ora tranquillo e ci si trova alla Porta di Campobrun (m. 1.831). Complessivamente dal parcheggio di partenza si sono impiegate circa 2 ore (compresi i citati 10 minuti iniziali). Ancora 20 minuti di una tranquilla carrareccia (sv. 182) in leggera discesa ed eccoci alla nostra meta: il Rif. Scalorbi (m. 1.767). Lì faremo una bella sosta ammirando il paesaggio circostante e consumando il nostro pranzo al sacco (per chi vuole c’è anche la cucina del rifugio).
Per il ritorno seguiremo a ritroso la carrareccia sv. 182 fino alla Porta di Campobrun e per la stessa continueremo fino al vicino P.so Plische (m. 1.890), impiegando complessivamente circa 30 minuti. Lì il sv. 182 diventa sentiero e in un’ulteriore mezz’ora ci porterà al P.so della Lora (o P.so Tre Croci – m. 1.716), con bellissime vedute sull’altra parte della valle, dove si possono scorgere i Rif. Revolto e P.so Pertica. L’escursione si conclude scendendo dal P.so della Lora al Rif. Battisti (m. 1.265) per il sent. sv. 110: trattasi di 50 minuti su un sentiero di moderata pendenza, ma sassoso. Dopo una breve sosta al Rif. Battisti, solo per chi vuole, in 5 minuti di strada asfaltata si ritorna al parcheggio di partenza.

Il capogita augura ai partecipanti una buona escursione.

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok