default_mobilelogo

 

Data:

Domenica 25 febbraio 2018 - Escursione rinviata a domenica 4 marzo date le previste avversità atmosferiche - ESCURSIONE CONFERMATA PER IL 4 MARZO, STESSI ORARI

Monte Rite 

Dislivello:

650 mt. - Durata: salita 2.30 ore, discesa 2 ore   

Ritrovo :

Piazzale Belvedere di Tezze sul Brenta ore 7.00 - Partenza ore 7.10            

Rotonda di Caerano di San Marco ore 7.40

Faè di Longarone - Ristorante Quatttro Valli ore 8.45                                                                                          

Referente:

Massimo Lista (cel. 347.2654343) 

Parcheggio e partenza escursione ore 10.00: Parcheggio Forcella Cibiana – Rifugio Remauro (1536m).

Il Monte Rite è una cima alta 2183 metri e dalla quale si gode di un impareggiabile panorama a 360° sui monti di Zoldo e del Cadore. Questa postazione privilegiata è stata utilizzata anche durante la prima guerra mondiale e il forte qui costruito oggi ospita il museo delle nuvole (Messner Mountain Museum), chiuso in inverno e il Rifugio Dolomites, aperto in inverno solo nei weekend.
Per le operazioni militari è stata costruita una strada che sale sino in vetta ed è il percorso ideale per una escursione con le ciaspole.
La strada sale con pendenza regolare, lunghe serpentine e sette tornanti sul fianco meridionale del Monte Rite e quindi il sole è sempre presente lungo l'intero percorso, meteo permettendo. Si prosegue sulla carrareccia all'interno di un bel bosco di larici ed abeti, mentre il panorama inizia ad aprirsi verso i Gruppi della Civetta, del Pramper, di San Sebastiano e del Bosconero. A circa 2.000 m. si entra nell'unica galleria della strada, che talvolta può avere il fondo completamente ghiacciato. All'uscita si incontra una costruzione militare, ma si prosegue. La pendenza resta minima con altri tornanti alla fine dei quali spuntano dalla neve le vette dei giganti dolomitici. A Forcella Deona 2.053 m. il panorama si apre e si scoprono l'Antelao e il Pelmo. L'itinerario prosegue su un'altopiano sempre più aperto, la vista spazia all'infinito. Un ultimo lungo rettilineo conduce al grande sistema fortificato, dove oggi si trovano il rifugio Dolomites e l'entrata del Museo. Con una breve rampa si sale in vetta del monte Rite a 2.183 m.

Per il pranzo si consiglia di portarlo al sacco, in quanto il rifugio ha poco posto e non accetta prenotazioni.

La discesa avverrà nello stesso itinerario della salita.

La salita con le ciaspole al monte Rite è facile e si svolge in prevalenza su carrareccia militare innevata, le ciaspole potrebbero essere necessarie solo dopo la galleria perché il rifugio tiene battuta la strada.
L'unica difficoltà si può riscontrare all'interno della galleria, talvolta il ghiaccio ricopre tutto il terreno e la progressione può essere un pò complicata. In ogni caso visti anche i problemi creati dal ghiaccio, si ritengono necessari i ramponcini, l’attrezzatura e l’abbigliamento per un trekking invernale in ambiente alpino e innevato.

 

Album 2017-18

Album 2016-17

Album 2015-16

Album 2014-15

Su questo sito usiamo cookie . Navigando accetti! Ok